Dipinti

Descrizione del dipinto di Andrei Krasnoselsky Racconti della nonna

Descrizione del dipinto di Andrei Krasnoselsky Racconti della nonna


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Andrei Andreyevich Krasnoselsky, il dipinto "Nonna's Tales", è stato scritto nel 1866 ed è dedicato ai pastori di una normale serata borghese di una famiglia di provincia di una città senza nome. Al centro della mostra c'è un salotto in cui puoi contare cinque bambini, una giovane donna (apparentemente la loro madre) e una nonna che racconta loro una fiaba.

Ma non solo raccontando, ma investendo emozioni sincere e genuine, così come sentimenti nella sua storia. Questo ci viene detto sia dal linguaggio del suo corpo (una faccia severa e seria, braccia distese come ali, dita frenetiche e tese), sia dall'attenzione con cui i bambini ascoltano il narratore.

Si può presumere che mezz'ora fa, tutti coloro che vivevano nel soggiorno non costituissero ancora un tale singolo organismo, catturato dalla storia, ma ognuno faceva i propri affari. I bambini più piccoli erano impegnati a giocare, i più grandi leggevano libri o erano impegnati in faccende domestiche e la vecchia lavorava serenamente a maglia.

Ma poi è arrivato il momento, che non è stato annunciato, ma che tutti attendono silenziosamente e con impazienza giorno dopo giorno, il momento in cui la nonna inizia a raccontare una fiaba. I giocattoli sono messi da parte, le cose sono lasciate per dopo - tutti si riuniscono attorno a un tavolino coperto da un volant e decorato con una lampada fioca. Alcuni dei bambini si siedono sul divano, qualcuno proprio ai piedi della nonna; tutti ascoltano con ammirazione la sua affascinante narrativa.

La decorazione della stanza, come detto sopra, indica in gran parte lo stile di vita filisteo dei suoi abitanti. Il pavimento è coperto da un tappeto colorato in fiore. Vicino al muro c'è un divano imbottito con materiale a motivi geometrici e un forno. Piccolo, per gli standard della famiglia, tavolo da pranzo.

Sul muro è appeso un ritratto sul quale, come si potrebbe supporre, una nonna è raffigurata in gioventù. A proposito, non sembra ancora vecchia: per anni ha aggiunto un cappello e degli occhiali.

A sinistra nella foto possiamo vedere un'altra figura, che è in qualche modo fuori dal concetto generale dell'immagine, così come l'atmosfera della "serata delle fiabe". Secondo l'abito frontale e il volto nobile, si può suggerire che questo è il proprietario della casa, che viene mostrato entrare nella stanza al culmine della storia.

A giudicare dal suo volto preoccupato, o ha portato alcune notizie spiacevoli, oppure - si è bloccato sulla soglia, temendo il suo arrivo per strappare quel filo favoloso che la vecchia intreccia con la sua storia divertente.





Karl Bryullov Last Day Pompei foto


Guarda il video: Nuova casa, nuova vita - Parte 1 - Racconti Horror 206 (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Nashakar

    Questa frase è semplicemente incomparabile)

  2. Dantae

    È piacevole, questo pensiero deve essere proprio di proposito

  3. Matwau

    Sì, è tutta una fantasia

  4. Amenophis

    In esso tutto il fascino!



Scrivi un messaggio