Dipinti

Descrizione del dipinto Sergei Ivanov Execution

Descrizione del dipinto Sergei Ivanov Execution



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il famoso artista russo Sergei Ivanov nella storia della pittura è elencato come un grande maestro di dipinti sulla vita della gente comune. Il suo stile è la pittura sociale. La tragedia degli immigrati, l'attenzione compassionevole per i prigionieri, la prima rivoluzione russa - per studiare dalle opere del pittore, puoi studiare le pietre miliari della storia. In particolare, il grande interesse dei critici e degli appassionati d'arte fu sempre suscitato da una piccola tela, che rimase anonima per lungo tempo, e solo in epoca sovietica fu chiamata "Esecuzione".

L'immagine raffigura un momento tragico della storia russa: gli eventi della rivoluzione del 1905, quando un'ondata di manifestazioni pacifiche attraversò la capitale dell'impero.

I manifestanti sono stati bloccati dai soldati. La struttura militare non è chiaramente disegnata. Dopo la prima salva, le prime due vittime dell'esecuzione, un uomo e una donna, rimasero sdraiati sulla piazza inondata di luce intensa. Nel panico, un piccolo cane sta cercando di nascondersi, scappare dal fuoco e dal rumore. Il pittore descrisse il momento del secondo salvo - lampi bianchi lo puntano di fronte a figure appena percettibili di soldati.

Sullo sfondo, la tragedia di ciò che accade silenziosamente guardando le facciate in pietra degli edifici.

L'immagine è interessante per una vasta cerchia di spettatori non solo dal punto di vista del suo valore storico (l'autore ha preso parte diretta agli eventi del dicembre 1905), ma anche la presenza di un secondo significato in esso.

Se cambiate l'angolo di vista e considerate attentamente la figura maschile più vicina, sepolta nel terreno, allora magicamente al suo posto si trova ... la testa dell'uomo con una piccola barba, un cuneo, un naso lungo e gli occhi coperti. L'artista non ha decifrato la sua idea, non ha lasciato spiegazioni scritte o orali per tale fenomeno.

Tutte le ipotesi sul "prototipo" della misteriosa testa sono state espresse da esperti ricercatori del lavoro di Sergei Ivanov. In apparenza, hanno trovato somiglianze con i principali gendarmi di Mosca - Trepov e Durnovo, accennando alle caratteristiche apparentemente riconoscibili dell'Imperatore Nicola II. Ma le versioni rimasero solo ipotesi.

La seconda caratteristica dell'opera è l'assenza del nome di un autore. La tela fu intitolata dopo la vittoria di ottobre e fu spesso usata dal nuovo governo come prova della crudeltà e del dominio arbitrario del regime zarista.

Durante la sua vita, l'autore non ha mostrato l'immagine al pubblico, probabilmente a causa delle paure dell'autore su possibili repressioni politiche da parte delle autorità. Per molti anni, la tela è conservata nel Museo memoriale di Presnya, a Mosca.





Tutto in passato


Guarda il video: Russias Putin sacks chief of staff Sergei Ivanov (Agosto 2022).