Dipinti

Descrizione del dipinto di Mikhail Vrubel "Il capo del profeta"

Descrizione del dipinto di Mikhail Vrubel


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Fu dipinto dall'artista nel 1904-1905 circa. Per crearlo, sono stati utilizzati un normale foglio di carta, acquerello, carbone e una matita.

Lo spettatore può osservare apertamente lo sguardo triste del profeta. Vrubel riuscì a trasmettere nell'immagine l'intera lunghezza dei suoi occhi, che sembrava essere avvincente per se stesso. Sì, quindi è quasi impossibile staccarsi immediatamente da lui.

Non di tua iniziativa inizierai a porre le domande "Qual è lo sguardo del profeta così triste?" e "Perché il profeta guarda in quel modo e non nell'altro?".

La testa è posizionata in modo tale da non essere una faccia piena e non un profilo. Le linee lunghe e aggraziate del collo sono chiaramente espresse sulla tela. I capelli lunghi sono interrotti da una matita che esce dalle loro mani. E il viso è coperto da barba e baffi piccoli.

Grazie alla pittura a matita, qui prevalgono le sfumature di grigio scuro. E i riflessi bianchi luminosi che appaiono sono rivelati grazie anche all'acquerello utilizzato.

Se ci pensate, la somiglianza dell'artista con il personaggio della sua foto è così ovvia che non c'è dubbio che nella vita reale Vrubel abbia trovato qualcosa in comune con la solitudine di questo profeta. Quanto questa persona ha sofferto e sofferto nella sua anima ...

Lo sguardo non trasmette le emozioni di odio e ostilità verso questo mondo da tutta la sua crudeltà, come sembrerebbe provenire da tutto il dolore inflitto ad esso, ma una comprensione di tutta la sua profondità ed essenza.

L'essenza dell'immagine del profeta è duplice. Da un lato della scala c'è tutta la maestosità dello spirito umano. E dall'altra parte, desiderio illimitato e solitudine. E Lermontov scrisse: “Com'è cupo, magro e pallido! Come lo disprezzano tutti. " E solo tutto lo splendore di Vrubel poteva trasmettere alla tela ciò che Lermontov stesso intendeva nelle sue creazioni.

Questo dipinto è stato scritto per la pubblicazione delle opere di Lermontov. Vale a dire, alla poesia "Demone".





Studente Yaroshenko di pittura


Guarda il video: Raffaello Sanzio - Trasfigurazione (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Shajin

    Quello!

  2. Vudom

    molto la cosa carina

  3. Feshicage

    Congratulazioni, hai appena visitato una grande idea

  4. Zolora

    In esso qualcosa è. Ora tutto è chiaro, grazie per le informazioni.

  5. Gildas

    Assolutamente è d'accordo con te. L'ottima idea, è d'accordo con te.

  6. Pannoowau

    Complimenti, ottimo pensiero



Scrivi un messaggio