Dipinti

Descrizione del dipinto di Salvador Dalì "La costa incantata con tre grazie liquide"

Descrizione del dipinto di Salvador Dalì


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'immagine che stiamo prendendo in considerazione è un ripensamento dell'antica mitologia greca. Nella cultura tradizionale della grazia, sono anche molluschi, personificano gioia, fascino e bellezza. Ma Salvador Dalì rifiuta la lettura generalmente accettata e fa riferimento a un altro mito che racconta delle tre dee del destino, Moira, nelle cui mani è il destino di ogni persona.

La figura a destra regge un lungo strumento in cui sarà intrecciata la trama della vita umana. La dea al centro misura il fatidico filo. La sua immagine simboleggia la vita di una persona dalla nascita. La figura a sinistra è responsabile della morte e decide quando i fili devono essere strappati.

Il liquido delle grazie è dovuto al fatto che i loro volti sono inscritti in un paesaggio. La faccia della dea sulla destra è delineata da un arco di pietra situato in lontananza. Le caratteristiche di un bel viso al centro sono formate dalle figure di un cavaliere, un cavallo e una persona che corre dietro di loro. Nella terza grazia non osserviamo affatto i lineamenti del viso. Una pietra scura le sostituisce la testa. Questo è molto simbolico. Le prime due figure personificano la vita di una persona dal momento in cui la sua anima è nata fino all'ultimo giorno. Questa vita è bella, che può essere giudicata dalla calma e disposizione delle espressioni facciali di queste dee e delle loro pose eleganti.

Sotto le spoglie di entrambi, le sagome delle donne sono nascoste sotto abiti bianchi senza peso. Bellissime linee di spalla, seno convesso e femminile, fianchi rigogliosi: queste immagini sono umanizzate e comprensibili per ogni spettatore. Al contrario, la terza figura è quasi incorporeo. La sua veste si fonde con il colore della sabbia. E su questo sfondo, le dita tese si aggrappano chiaramente al tessuto del vestito e tengono tenacemente il filo sopra la sua testa. La morte è spersonalizzata e brutta, ma allo stesso tempo inevitabile.

Questa immagine è un tentativo di comprendere la caducità della vita umana.





Immagine 9 Cerchi dell'Inferno Dante


Guarda il video: salvador dali calls himself a bad painter (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Readman

    Non sono d'accordo con l'autore, o piuttosto nemmeno con l'autore, ma con quello che ha inventato questo post

  2. Reginheraht

    Più facile a dirsi che a farsi.

  3. Gerhard

    È necessario essere ottimisti.

  4. Sheron

    il guadagno garantito :)

  5. Zulkirr

    È arrivato casualmente su un forum e ha visto questo tema. Posso aiutarti il ​​consiglio.

  6. Shakagore

    Sono un grande fan del cognac. Amo così tanto il cognac che mi permetto di berlo non più di due volte l'anno. Che fan che sono! Questa dovrebbe essere una festa!

  7. Fairfax

    Confermo. Era anche con me. Discutiamo di questo problema. Qui o a PM.



Scrivi un messaggio