Dipinti

Descrizione del dipinto Vasily Polenov "Sick"

Descrizione del dipinto Vasily Polenov



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Vasily Dmitrievich Polenov proveniva da una nobile famiglia numerosa. Sua madre era una scrittrice per bambini e disegnava bene - fu lei a dare a suo figlio le prime lezioni di pittura. Le impressioni più vivide dell'infanzia dell'artista sono collegate ai viaggi verso nord e alla tenuta di sua nonna. Più tardi, riflette alcuni dei suoi primi ricordi nei suoi dipinti. Fu la nonna, Vera Voeikova, a plasmare il gusto del ragazzo. Raccontava storie per bambini, recitava a memoria poesie e comprendeva la mitologia russa, i racconti popolari e le leggende. Il talento di Polenov si è rivelato poliedrico: come studente dell'Accademia, ha frequentato non solo lezioni di disegno, ma anche lezioni di canto e musica, lezioni di anatomia, storia, geometria, architettura e costruzione studiate. Invecchiando, l'artista ha viaggiato molto. Era particolarmente attratto da luoghi in qualche modo collegati alla storia del cristianesimo.

Il dipinto Il paziente è fondamentalmente una vera storia. Mentre era a Roma, Vasily Dmitrievich incontrò una studentessa russa, Elizabeth Boguslavskaya. Più tardi, Lisa prese un raffreddore e si ammalò. Una malattia innocente si trasformò rapidamente in tubercolosi e presto la ragazza morì. Elisabetta ha posato per l'artista durante la sua vita, sdraiata a letto. La sua morte ha profondamente scioccato Polenova. Letteralmente dopo ciò, muore un'altra persona vicina all'artista: Marusya Obolenskaya, di cui era innamorato. Sotto l'influenza delle due morti, l'artista dipinse una tela scura, quasi nera, incredibilmente tragica, nel corso della quale perse la sorella gemella e il figlio neonato. Guardandolo, lo spettatore sente fisicamente i sentimenti dell'autore: l'oscurità della perdita, la terribile impotenza prima della morte, l'inevitabilità di ciò che sta accadendo.

L'approccio tragico di un esito triste si fa sentire in ogni macchia d'olio. L'oscurità bluastra che avvolge la figura magra della ragazza, come se fosse per il fumo, il viso spigoloso indurito e spaventato dal paziente, enormi occhi scintillanti. Se guardi da vicino, nelle profondità dell'immagine nella moltitudine di ombre puoi vedere la figura tristemente inchinata di una donna - forse questa è la madre della ragazza e, possibilmente, la Morte stessa.

La ragazza guarda la lampada accesa, come se non volesse lasciarla alla luce della vita. Coperta da un paralume verde, la lampada proietta ombre calde sul letto e sul tavolo. La natura morta, illuminata dalla luce gialla, attira gradualmente l'attenzione dello spettatore. Libri a brandelli, che probabilmente l'eroina ha sfogliato durante la malattia; caraffa fangosa e un bicchiere d'acqua; rosso sangue, come se fosse una tovaglia sfilacciata. Il lavoro viene eseguito con tratti ampi e irregolari; può sembrare incompiuto. In effetti, il dipinto è stato scritto per tredici anni - Polenov è tornato in lui nei momenti di più profondo dolore, spruzzando il dolore delle sue perdite sulla tela. In verità, questa è l'opera più oscura e triste nell'opera dell'artista.





Vasilyev Thaw


Guarda il video: Giallo, rosso, blu - Kandinsky (Agosto 2022).