Dipinti

Descrizione del dipinto di Ivan Aivazovsky "Seashore"

Descrizione del dipinto di Ivan Aivazovsky


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Forse nessuno come Ivan Konstantinovich Aivazovsky non ha confessato il suo amore per il mare.

Il pittore nacque a Feodosia e fin da piccolo assorbì il rumore delle onde costiere, un gioco di colori, la natura irrequieta dell'elemento marino. Nei suoi dipinti, il mare è sempre il personaggio principale. Vive, respira, è arrabbiato, gioca o dorme pacificamente.

Ogni immagine è un inno al mare, un riflesso di un'altra sfaccettatura della grandezza marina. Persone, navi, fari sono piccole parti che vengono utilizzate solo per enfatizzare il potere speciale e la natura globale del mare.

Il dipinto "Sea Coast" è uno dei primi capolavori del grande Maestro. Fu scritto nel 1840, quando il giovane Aivazovsky fu inviato in Crimea per lavoro indipendente. Il pittore ancora inesperto fu in grado di trasmettere insolitamente di talento non solo la vista della vasta distesa d'acqua, ma anche l'intera atmosfera di ansia della costa pre-tempesta.

Il mare non è ancora formidabile, non ha ancora sollevato pozze d'acqua, come le vette delle montagne, le onde luminose al largo della costa sono ingannevolmente giocose e piene di raggi di sole. Ma le nuvole lilla si stanno già avvicinando in modo troppo allarmante, coprendo le innocue nuvole bianche, i gabbiani sono già troppo bassi e vicini alla riva, tenendo insieme, la linea dell'orizzonte già troppo nera. E le navi sono già in mare, per non schiantarsi contro le pietre costiere.

Tra questa angoscia oppressiva, la figura di un vagabondo si distingue vividamente. Non ha fretta di nascondersi da una tempesta in avvicinamento, non sta correndo a casa da una tempesta d'acqua, sì, sembra che non abbia nemmeno una casa. Guarda in lontananza. Cosa lo attrae così tanto lì? Forse c'è la sua patria, che non è visibile, ma lei è lì, e l'errante lo sa per certo. O forse, al contrario, è attratto da terre sconosciute, sconosciute, dove fa sempre caldo, dove le persone sono gentili e accoglienti, dove non ci sono mendicanti e affamati?

La vita del vagabondo, molto probabilmente, era anche turbolenta, allarmante, non calma, come questo mare. Questo è probabilmente il motivo per cui non ha paura del cielo tempestoso e della cupa distesa d'acqua. Lei lo chiama, attira, fa cenno.

Si può indovinare per decine e centinaia di anni, come fanno le persone, in piedi ai capolavori immortali di Aivazovsky.





Composizione Dipingendo Nella Distesa Blu


Guarda il video: Botticelli - I Segreti della Primavera (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Shinzaburo

    Questa opinione divertente

  2. Yaman

    fresco! Ma aspetterò la qualità.

  3. Macniall

    Secondo me, ha torto. Sono sicuro. Propongo di discuterne.

  4. Cafall

    Ottimo lavoro!

  5. Husnain

    Secondo me stai sbagliando. Posso dimostrarlo. Mandami un'e-mail a PM.

  6. Segundo

    Meraviglioso! Grazie!



Scrivi un messaggio