Dipinti

Descrizione del dipinto di Giotto “Madonna col Bambino e due angeli”

Descrizione del dipinto di Giotto “Madonna col Bambino e due angeli”


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La famosa immagine della Madonna seduta sul trono fu dipinta a Firenze dall'abile pittore Giotto Di Bondoni. Come hanno stabilito gli storici, i lavori sul murale furono completati intorno al 1310. L'artista l'ha realizzato appositamente per la chiesa francescana.

Creando "Onisanti Madonna" l'autore ha aderito ai tradizionali canoni di pittura di icone nel creare la sua immagine. Anche l'aspetto e la posa del bambino erano simili a immagini simili. Ma l'unica deviazione dall'iconografia di quei tempi era comunque.

I santi e gli angeli attorno al trono sono raffigurati con volti rivolti di profilo. Grazie a questa tecnica, la composizione non assomigliava più a un'immagine di preghiera. Ha aggiunto efficienza e drammaticità.

Sull'affresco, la Santa Vergine è raffigurata seduta allo spettatore a mezzo giro. La figura maestosa è sottolineata dalle profonde pieghe delle sue vesti. La sua immagine è piena di peso e realismo. Dice che la Madonna è, prima di tutto, una donna terrena in carne e ossa, e non abitante dei cieli.

Sul suo ginocchio sinistro è il bambino Gesù - il futuro Salvatore dell'umanità. Madre e figlio sono seduti su un trono d'oro, a simboleggiare il regno divino.

Questo trono è circondato da molti personaggi minori. Tra loro ci sono angeli e santi celesti. In termini di densità e scala, le loro figure sono significativamente inferiori alla Vergine. I loro vestiti sono più leggeri e più leggeri dei suoi. Gli eroi che circondano Madonna sono uniti da uno. I loro volti sono pieni di timore reverenziale. Speravano di guardare la vergine Maria e il suo bambino.

L'affresco "Madonna Onisanti" è una delle opere più belle e magnifiche dell'autore. Fu in grado di combinare la sottile energia divina in essa con la densità del mondo materiale. Ogni eroe raffigurato qui ha volume ed energia, cosa rara per l'iconografia di quei tempi.





Monumento alla tastiera


Guarda il video: Salvador DALÌ La persistenza della memoria - IAM Contemporary Art Video (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Iason

    A tutti i messaggi personali vanno oggi?

  2. Argo

    Io contro.

  3. Damek

    caramella

  4. Hevovitastamiutsto

    Dove posso trovarlo?



Scrivi un messaggio