Dipinti

Descrizione del dipinto di Ivan Aivazovsky “Addio a Pushkin con il mare”

Descrizione del dipinto di Ivan Aivazovsky “Addio a Pushkin con il mare”



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Aivazovsky descriveva molto spesso il mare, era uno dei temi principali del suo lavoro. Il mare è per lui una delle componenti principali della vita, o stupisce per la sua calma, o scuote per la sua grandezza e forza.

Aivazovsky conobbe personalmente il grande poeta russo Alexander Pushkin, che stimava molto i suoi dipinti. Avevano un grande rispetto per la vita creativa dell'altro. La loro prima conoscenza ebbe luogo nel 1836 in una mostra d'arte nella città di San Pietroburgo.

Aivazovsky in seguito, con il consenso del suo nuovo amico creativo, dipinge il suo ritratto. Aivazovsky ha un ciclo creativo "By the Sea", crea anche un ciclo di dipinti dedicati all'elemento marino. Raffigurano il grande poeta in varie pose: o giace in riva al mare, quindi si trova sul bordo della scogliera. L'artista ha descritto il mare come infuriato, buio, rotolando sugli scogli, in riva al mare. Nuvole terribili fluttuano nel cielo, rotolando nella loro oscurità e rabbia. Lontano dal mare, l'acqua stupisce anche con la sua malizia, oscurità, il cielo come se si fondesse con il mare in lontananza, all'orizzonte. Le onde rotolano con grande forza sugli scogli e si infrangono su di loro.

Il poeta è al limite della scogliera, ai piedi del mare, nelle sue mani tiene un cappello, i suoi capelli ondeggiano al vento. Pushkin sembra calmo, guarda in lontananza la distesa del mare, dove le onde rotolano minacciosamente. Sempre più vicini si avvicinano a nuvole terribili, ma al poeta sembra che quel momento non disturbi affatto. Dice addio al mare, come con un vecchio amico.

Sembra che non si rivedranno mai più. Aivazovsky ha ritratto il poeta con la bocca leggermente aperta, come se stesse leggendo il mare, versi a lui dedicati, e gli ha risposto con onde che battevano contro le rocce. Il mare sembrava rispondere al suo vecchio amico, non voleva lasciarlo andare, mentre si separava minacciosamente rompendo le onde sugli scogli, esprimendo il suo dispiacere.





Pittura Mans Colazione sull'erba


Guarda il video: Gustav Klimt, Il bacio: spiegazione e stile dellopera (Agosto 2022).